Programma Apollo

Article

May 22, 2022

Il programma Apollo è un programma di volo spaziale condotto dalla NASA negli Stati Uniti d'America, che mira a raggiungere e far atterrare gli esseri umani sulla superficie della luna. Il programma includeva sei allunaggi guidati tra il 1969 e il 1972. Durante i voli Apollo, gli astronauti hanno raccolto circa 382 chilogrammi di rocce e depositato campioni dalla luna e li hanno portati indietro per studiarli e analizzarli e cercare di scoprire l'origine della formazione della luna e la sua relazione con la formazione di la terra. Il progetto è stato avviato nel 1961 dall'ex presidente degli Stati Uniti John F. Canadese. Ogni volo del programma Apollo conteneva un equipaggio di tre astronauti. Il primo atterraggio sulla luna avvenne con il volo Apollo 11 il 20 luglio 1969 e le prime persone a mettere piede sulla superficie lunare furono Neil Armstrong e il suo collega Edwin Aldrin. Il programma terminò nel 1974 con il volo Apollo 17. Il progetto prese il nome dal dio greco Apollo. Uno dei motivi che hanno portato all'avvio del progetto è la competizione tra gli Stati Uniti d'America con l'Unione Sovietica, dove nel 1961 l'Unione Sovietica fu il primo paese a inviare un essere umano nello spazio in orbita attorno alla Terra, il cosmonauta russo Gagarin. Questo avvenne durante l'era della Guerra Fredda. Molti americani credevano che gli Stati Uniti avrebbero dovuto competere e superare l'Unione Sovietica nell'esplorazione dello spazio.

Contesto storico

Il programma Apollo iniziò nei primi anni '60 durante il mandato di Dwight Eisenhower e, alla sua fondazione, il programma costituì un sequel del Progetto Mercury, che inviò il primo astronauta americano nello spazio. Il programma Apollo è venuto a sviluppare la capacità degli Stati Uniti di trasportare astronauti nello spazio, poiché l'obiettivo del programma era quello di trasportare tre astronauti su voli circolari nell'orbita terrestre con la possibilità di trasportarli in futuro sulla luna. A quel tempo, l'amministratore della NASA Abby Silverstein chiamò il programma, derivato dal nome del dio greco Apollo, il dio della musica e della luce. La NASA ha pianificato le missioni Apollo nonostante l'incertezza della disponibilità finanziaria per il programma a causa della mancanza di interesse del presidente Eisenhower per i voli spaziali con equipaggio.Nel campo dell'esplorazione spaziale, il presidente ha descritto la superiorità spaziale durante la sua campagna come un indicatore della reputazione e dello sviluppo della nazione . Ha anche avvertito durante la campagna della differenza nel numero di missili tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica e ha promesso che gli Stati Uniti sarebbero stati i primi e gli unici in questo campo. Nonostante le lettere di Kennedy, non prese la decisione di approvare rapidamente il programma Apollo, a causa della sua ignoranza del programma