India

Article

August 10, 2022

India (hindi: Bhārat), ufficialmente: la Repubblica dell'India (hindi: Bhārat Gaṇarājya), Un paese dell'Asia meridionale. L'India è il secondo paese più popoloso, il settimo per area e la democrazia più popolosa del mondo. Confina a sud con l'Oceano Indiano, a sud-ovest con il Mar Arabico e a sud-est con il Golfo del Bengala Condivide un confine terrestre con il Pakistan a ovest; Cina, Nepal e Bhutan a nord; Bangladesh e Myanmar a est. L'India si trova vicino allo Sri Lanka e alle Maldive nell'Oceano Indiano. Le isole Andamane e Nicobare condividono un confine marittimo con la Thailandia e l'Indonesia. Gli esseri umani moderni sono arrivati ​​nel subcontinente indiano dall'Africa circa 55 mila anni fa. La loro lunga occupazione, inizialmente con varie forme di isolamento come cacciatori, ha reso la regione molto diversificata, seconda solo all'Africa per diversità genetica umana. La vita sedentaria apparve nel subcontinente indiano ai margini occidentali del bacino del fiume Indo 9.000 anni fa e gradualmente si sviluppò nella civiltà della valle dell'Indo nel terzo millennio aC. Nel 1200 aC, un'antica forma di sanscrito, una lingua indoeuropea, si era diffusa in India dal nord-ovest, iniziando come lingua del Rigveda e segnando l'alba dell'Induismo in India. Le lingue dravidiche in India hanno sostituito le regioni settentrionali e occidentali. La casta e l'esclusione delle caste sono emerse all'interno dell'induismo nel 400 aC, e sono emersi il buddismo e il giainismo, dichiarando i sistemi sociali non correlati all'ereditarietà. I primi rinforzi politici diedero origine all'Impero Mauryan e al libero Impero Gupta centrato nel bacino del Gange. La loro era collettiva era piena di creatività su larga scala, ma anche segnata dal deterioramento della condizione delle donne e dall'incorporazione del divieto di pregiudizio in un sistema di credenze organizzato. Nell'India meridionale, i regni medi esportarono manoscritti in lingue dravidiche e culture religiose nei regni del sud-est asiatico.All'inizio del Medioevo, il cristianesimo, lo zoroastrismo, l'islam e l'ebraismo avevano messo radici nelle coste meridionali e occidentali dell'India. Gli eserciti musulmani dell'Asia centrale invasero a intermittenza le pianure settentrionali dell'India, stabilendo infine il Sultanato di Delhi e attirando l'India settentrionale nelle reti globali dell'Islam medievale. Nel XV secolo, l'Impero Vijayanagara stabilì una complessa cultura indù di lunga data nell'India meridionale. In Punjab è emerso il Sikhismo, che rifiuta la religione istituzionale. L'Impero Moghul, nel 1526, impose due secoli di relativa pace, lasciando in eredità un'architettura luminosa. T